La Stoppa: vini naturali

L’azienda La Stoppa inizia ad esistere già nel lontano 1800, quando un avvocato di Genova, tale Ageno (da qui poi il nome di uno dei loro vini più rappresentativi) arriva in Emilia ed inizia ad impiantare vitigni internazionali per produrre poi vini destinati all’invecchiamento, in piena discordanza con le usanze del luogo dove si era abituati (e forse lo si è tuttora) a bere vini giovani.

Nel 1973 l’azienda viene acquistata dal Sig. Raffaele Pantaleoni (padre dell’attuale proprietaria Elena), il quale inizia a produrre vini da vitigni internazionali, tra i quali anche spumanti da uve Chardonnay.
Dopo la sua scomparsa, nel 1991, l’azienda di 50 ettari (di cui 30 a vigneto e 20 boschivi) passa in mano alla figlia, che decide di valorizzare il territorio impiantando i vitigni del luogo. Spazio quindi a barbera, bonarda, ortrugo e malvasia.

La Stoppa coltiva e produce vini con metodi naturali, i piedi delle vigne sono sempre inerbiti (questo provoca una competizione tra l’erba naturale e la barbatella di vite quando giovane, e grazie al superamento di questo “stress”, la pianta crescerà più forte e indipendente), non vengono usati pesticidi, ed anche in cantina gli utilizzi di solforosa e filtrazioni sono ridotti ai minimi termini.

La nostra degustazione ha visto in sequenza:

Rosso 2009: (Barbera 60% e Bonarda 40%) rustico, ruvido e schietto. Si apprezzano le qualità di vino giovane, e la sua freschezza. Sincero. Prodotto di base davvero intrigante.

Barbera 2005: (Barbera 100%) rotondo, fruttato,  di buon equilibrio e struttura. Altro barbera degno di essere ricordato.

Macchiona 2005: (Barbera 50%, Bonarda 50%) ingresso tagliente, in bocca libera poi il suo frutto e la sua morbidezza. Buona la tannicità e la freschezza, destinato, in bocca lascia prevedere la sua propensione all’invecchiamento.

La Stoppa 2003: (Cabernet Sauvignon 40%, Merlot 40% e altri vitigni bordolesi minori 20%) annata caldissima, al naso rivela profumi di frutta matura, cotta, marmellatosa, contornata da spezie. Complesso. La gradazione alcolica dice 15%, ma in bocca non si sentono. E’ morbido e strutturato, pur mantenendo una buona acidità.

Ageno 2007: (Malvasia di Candia Aromatica 60%, Ortrugo e Trebbiano 40%)vino bianco lasciato macerare sulle bucce. Dal colore sembra un passito. Ambrato con una lieve velatura segno che non viene filtrato. Non viene aggiunta nemmeno solforosa durante la fermentazione. Netto il profumo di uva che sprigiona alla prima olfazione. Intenso. Ad una degustazione cieca potrebbe essere scambiato per un rosso, vista la complessità e il corpo. In bocca rivela un lievissimo rilascio di carbonica, dovuta probabilmente ad una rifermentazione in bottiglia, possibile vista l’assenza di filtrazioni.

Vigna del Volta 2007: (Malvasia di Candia Aromatica 95%, Moscato 5%) le uve vengono raccolte a piena maturazione, e poi lasciate appassire al sole, disposte su teli e girate giornalmente. Colore ambrato, limpido. Al naso spicca una netta sensazione di albicocca, e poi mandorle, nocciole… Dolce e caldo, di ottimo equilibrio grazie ad una forte spalla acida.

Inoltre l’azienda produce anche un altro passito (Buca delle Canne) da uve Semillon vendemmiate botritizzate acino per acino (l’ho visto con i miei occhi!).

Un appunto romantico nel finale: davvero suggestivo l’arrivo, con la cantina che appare lentamente dall’irto stradello, completata da una cornice di vigneti.

Advertisements
Explore posts in the same categories: degustazioni, gite fuori porta

Tag: , , , , , , , , , , ,

You can comment below, or link to this permanent URL from your own site.

One Comment su “La Stoppa: vini naturali”


  1. […] di stappare questa bottiglia con solo una settimana di cantina (la mia) alle spalle, dopo la visita a La Stoppa. La vendemmia acino per acino delle uve Semillon, l’attacco della Botrytis cinerea, mi […]


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: