Pigato Rucantù 2008 – Selvadolce

L’altra sera cena con Casarecce alla segale (di Mauro Musso), condite con pesto alla genovese fatto in casa.
Abbinamento d’obbligo un Pigato della Riviera Ligura di Ponente.
In casa ne avevo giusto uno della Tenuta Selvadolce, azienda biodinamica in quel di Bordighera.

Il Pigato Rucantu 2008 è giallo dorato. Porta con sè un notevole bagaglio odoroso,   intensi profumi di fiori d’arancio, ginestra, e un continuo inseguirsi di sentori di frutta, ora frutta secca, ora sentori agrumati (arancia, limone).
La stessa intensità avvolgente la troviamo anche in bocca, dove esplode la grande mineralità, con al seguito una piacevolissima freschezza.
Struttura più elevata rispetto ai soliti bianchi, rotondo
, succoso, di grande personalità e carattere. Si evolve lentamente nel bicchiere, sia nei profumi che nel gusto.
Altro vino da inserire nella lista dei promossi. 😉

Advertisements
Explore posts in the same categories: degustazioni

Tag: , , , , , , , , ,

You can comment below, or link to this permanent URL from your own site.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: