Come si può fare un vino socialmente utile?

Quest’anno al Vinitaly si parlerà di come poter valorizzare la figura del viticoltore. In un epoca dove la parola d’ordine è “spendere meno di poco” (a prescindere sic!) anche l’uva si trova inevitabilmente travolta da questa imposizione del mercato.

Spesso il prezzo del frutto è talmente basso da obbligare i vignaioli lasciare invendemmiati i grappoli o addiruttura ad estirpare i loro vigneti, per evitare di lavorare in perdita. Tutto questo per poter poi piazzare nella GDO bottiglie di vino a 1-2 €. Vini che potremmo definire non socialmente utili, visto che rischiano di essere la causa dell’estirpazione di una o più vigne, e la conseguente perdita del lavoro per il viticoltore.
Partendo dal presupposto che il vino non è un bene di prima necessità, preferisco bere una bottiglia genuina da 10€ piuttosto che 10 bottiglie da 1€ che del vino hanno solo il nome.
A volte bisognerebbe domandarsi che storia c’è dietro a vini con prezzi irrisori.

Credo che questo gioco al ribasso potrebbe essere un disincentivo per l’agricoltore, che visto il guadagno striminzito (sempre che ci sia) non è motivato ad ottenere un prodotto qualitativamente superiore, che inevitabilmente porterebbe ulteriori costi e fatiche.

Per poter ottenere un vino socialmente utile è necessario che il lavoro del vignaiolo sia gratificante dal un punto di vista personale ed economico, pagando la qualità per permettere la
sopravvivenza a viticoltura e viticoltore.
Quando acquisto un qualunque prodotto lo pago in base alla sua qualità (o almeno così dovrebbe essere, sic!), e perchè non fare lo stesso per l’uva? E come fare?
Magari con maggiori
 controlli e con assistenza tecnica mirata ai viticoltori, proprio da parte di quelle Cantine Sociali e/o grandi Aziende Vitivinicole che acquistano i grappoli, per cercare di spingere verso una produzione qualitativa nel vigneto. Qualità che deve però avere il suo tornaconto economico, partendo da un prezzo base che via via sale in proporzione alla qualità del raccolto.

Advertisements
Explore posts in the same categories: viticoltura

Tag: , , , ,

You can comment below, or link to this permanent URL from your own site.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: