L’infiltrato

Questo post nasce da un  pensiero puramente personale (e magari a tratti fazioso) dopo aver letto vari commenti in merito ad uno degli argomenti più trattati (forse IL più trattato) dalla rete in questi giorni di saloni enoici.
Ovviamente il tema è quello dei vini naturali (basta virgolette, basta anteporre cosiddetti, io li chiamo così voi chiamateli come vi pare) e del tormentone ViViT.

Quest’anno come ormai tutti saprete i vinnaturalisti quest’anno si sono fatti in 3. Eh già perchè oltre alle classiche Villa Favorita e Cerea si sono messi in mezzo pure quei furbacchioni del Vinitaly, che hanno pensato bene di cavalcare la moda del momento allestendo un (piccolo) padiglione per ospitare quei produttori che hanno voluto provare a battere più strade.

Sembra che l’avvenimento sia stato un successone, dalle voci lette in rete. Il PalaExpo era un formicaio, una media di visitatori che superava di gran lunga quella di ogni altro padiglione. Immagino quindi che chi abbia fatto questa scelta sia stato ampiamento soddisfatto.
Non tutti però.

Come dice Nicolas Joly (guru francese della viticoltura biodinamica) “Gli spazi sono risicati ed i produttori sono costretti a stare gomito a gomito l’uno con l’altro. Non ci sono i minimi spazi vitali né tantomeno la possibilità di appartarsi con appassionati ed operatori del settore“.
Eh sì caro Nicolas, penso proprio che a Verona abbiano un’idea di vino che non sià proprio simile alla tua, si chiama business.
Infatti devo ammettere che sono rimasto davvero stupito e spaesato dalla sua presenza al salone. Sia chiaro, non voglio entrare nel merito delle scelte (che credo soggettive, accuratamente ponderate e quindi giuste) di chi ha partecipato a Verona, penso solo che il target di visitatori (rispetto alla tipologia di prodotto offerto) sarebbe forse stato più appassionato e partecipe agli altri saloni.

Anche perchè figuriamoci se tutta questa gente che è passata dal PalaExpo non sapeva, negli anni precedenti, che a poca distanze c’erano le altre due manifestazioni dove potevano degustare gli stessi vini (e ancor di più) di quelli assaggiati quest’anno al ViViT.
Quindi perchè tutta questa frenesia, solo quest’anno, per questa tipologia di vini?

Forse perchè il biologico ormai sta facendo la voce grossa e sta diventando un’affare (visto che si sono anche inventati una legge ad hoc per i grandi produttori)? 
Forse perchè ormai i vini naturali sono sulla bocca di tutti, tutti ne parlano e la gente, curiosa, li cerca sempre di più?
Forse c’è qualcosa dietro all’improvviso interesse del Vinitaly per i vini naturali?
Togliamo pure tutti i vari forse…

Mi pare di aver letto una risposta di Nossiter sul blog di Andrea Scanzi, che diceva che non ha importanza perchè questi vini si vendano, l’importante è che si vendano. Ora su questo sono un pò dubbioso, perchè come si sa quando un settore di mercato iniza a fruttare attira la concorrenza, e spesso cercano di entrarci macchiavellicamente tutti, rischiando poi di gettare fango su una tipologia del prodotto (vedi tutte le frodi sul biologico che si sentono).

Come dice Joly “il vino non è un prodotto commerciale, non è qualcosa che si produce solo per fare soldi. Il vino deve suscitare emozioni, è uno strumento per comunicare i colori dell’anima e della vita. Un vino che non è capace di suscitare emozioni è morto, inutile“, ed è un’idea che credo sia il motore della stragrande maggioranza dei viticoltori naturali.

Attenzione allora a non lasciarsi annebbiare la vista da una domanda di mercato che probabilmente non rispecchia questa idea, perchè si rischia di uscire di strada.

P.S. se qualcuno si stesse chiedendo come mai i vignaioli naturali non partecipano a Vinitaly, qui un’interessante risposta di Angiolino Maule.

Annunci
Explore posts in the same categories: Uncategorized

Tag: , , , , , , , , , , ,

You can comment below, or link to this permanent URL from your own site.

One Comment su “L’infiltrato”


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: