Fiorduva 2008 – Marisa Cuomo

Nella scelta per questa bottiglia di Marisa Cuomo ha giocato un ruolo determinante l’uvaggio con cui viene prodotto questo vino.
Fienile, Ginestra e Ripolo sono vitigni autoctoni campani e sconosciuti ai più (tra cui io), che vengono raccolti a leggera sovramaturazione con una resa molto bassa, circa 60 q/ha. Scelta rivedibile, IMHO, quella dell’inoculo di lieviti selezionati.

Vestito giallo paglierino non troppo tenue ma nemmeno eccessivamente carico, una via di mezzo esatta. Il naso avverte immediatamente un profumo di noci, che poi lascia spazio a note di ginestre, agrumi, frutta e ad un sentore salmastro.
In bocca è come un onda, entra piano, in silenzio, morbido e avvolgente, e poi…ecco lo sciabordio, flutti salini intensi e prepotenti che invadono il palato e sommergono le papille. Infine si ritrae nuovamente lasciando un piacevole fin di bocca fruttato e ammandorlato.

Strappa applausi anche tra i palati meno enoici, e la bottiglia si svuota molto in fretta…

Annunci
Explore posts in the same categories: degustazioni

Tag: , , , , , ,

You can comment below, or link to this permanent URL from your own site.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: