I BioViticultori: Andrea Bragagni

Prima di questi assaggi il nome di Andrea Bragagni era solo piccole meteore sparse qua e la in qualche blog sulla rete. Piccole ma positive.
Sono andato a Bazzano anche per testare questi flash.

Comincio i miei assaggi con lui, non per scelta tecnica, ma perchè era il primo banco senza avventori.
Le sue Albana mi hanno fatto scoprire un vitigno a me ancora (pseudo)sconosciuto. Un vitigno con grandi potenzialità, da cui Andrea ha saputo estrarre davvero degli ottimi prodotti.

Rigogolo ’08: Albana in purezza, colore oro/ambra. L’etichetta indica 15°, non riconoscibili in quanto fusi nel liquido con una omogeneità perfetta. Secco, equilibrato, fine ed elegante, con una percepibile ruvidità tannica non scontrosa. Autentica nocciola tostata in bocca.
Rigogolo ’09: l’ultimo imbottigliato colore più tenue del fratello maggiore, anche in bocca risulta più immediato e delicato, buona succosità e piacevole rotondità. Grandi profumi al naso, da scoprire. Sono verdure cotte e terra, con una accenno di letame che scompare pian piano.
Ottimo prodotto, ma per arrivare alla perfetta simmetria del primo bisogna attendere ancora un pò.
Casa I Frati 2007: sangiovese in purezza. Meglio al naso che in bocca. La dinamicità e profondità dei suoi caldi e intensi profumi non ripercorrono la stessa strada in bocca, dove a tratti pare ancora un pò sconnesso e incerto.

Mi sono fatto dire l’enoteca rivenditrice a Modena, che passerò sicuramente a trovare 😉

Annunci
Explore posts in the same categories: degustazioni, gite fuori porta

Tag: , , , , , , , ,

You can comment below, or link to this permanent URL from your own site.

4 commenti su “I BioViticultori: Andrea Bragagni”

  1. Mugellesi Ivano Says:

    Mi fa piacere che l’albana ti sia piaciuta, anche se sarebbe meglio aspettare ancora qualche anno per aprezzarla.Stesso discorso per Fondo San Giuseppe un pò di affinamento in bottiglia gli farà senzaltro bene.Sentito anche il Settepievi di Vigne dei Boschi? Ciao Ivano


  2. No il Settepievi 2007 non l’aveva. Ho provato il NeroSelva (pinot nero) e il BorgoStignani (malbo), ma sinceramente ho apprezzato molto di più la sua Albana Monterè. In questi giorni butto giù due righe anche su questi

  3. Says:

    buongustai.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: