Una domenica a Terroirvino

L’organizzazione per riuscire a partecipare a Terroirvino 2012 inizia qualche settimana fa quando comincio a studiare scrupolosamente gli orari ferroviari per trovare il treno più adatto alle mie esigenze. Determinato quello, paziento ancora un pò (fino all’ultimo giorno utile 😉 ) per iscrivermi con la certezza di non avere imprevisti.
Finalmente dopo aver incastrato in stile Tetris impegni vari (e rinunciato ad una grigliata con annessa partita dell’Italia), decido che è venuto il momento fatidico di iscriversi a  VUU (Vinix Unconference Unplugged) per la giornata di domenica.
Fatto ciò vado a prenotare anche i biglietti del treno. Ma il pesce d’aprile è dietro l’angolo, i treni preventivati non ci sono più! Forse un cambio d’orario in vista estate, ma fatto sta che ora il primo treno disponibile da Modena rischia di farmi perdere l’inizio dell’Unconference.
Attimo di titubanza e poi decido mio malgrado di prendere l’auto, quindi via a studiare tragitto e parcheggi comodi.
La fortuna però non mi sorride e giusto il sabato pomeriggio, con una manovra maldestra riesco a “incidere” una gomma. Niente di serio ma la prudenza mi consiglia di non fare viaggi lunghi in quelle condizioni, e siccome i gommisti sono ormai chiusi fino a lunedi, mi trovo, come si dice da noi, “in braghe di tela”.
Solo grazie ad un gesto di generosità riesco ad avere un automezzo in prestito, con l’unico vincolo di riportarlo a casa per cena. Vabbè, meglio che niente.

Il 10 giugno la sveglia suona troppo presto per essere una domenica mattina, ma con l’incognita traffico (anche se di domenica mattina non si sa mai) e conoscendo un pò le vie dedaliche del capoluogo ligure, voglio partire per tempo.
Viaggio tranquillo e facile parcheggio proprio a fianco i Magazzini del Cotone. Good!  La tappa caffè è d’obbligo e mi rallegro nel vedere un impavido passerotto entrare nel bar saltellando per raggiungere qualche briciola ai piedi del bancone.
Visto l’anticipo è voluto e doveroso un pellegrinaggio in Via del Campo al n. 29, dove qualche anno fa sorgeva il negozio-museo  ampiamente dedicato a Fabrizio De Andrè e condotto, finchè non ci ha salutati, dal buon Gianni Tassio. Ora è un Music Store un pò troppo moderno e freddo, ma sempre imperniato su Faber e i cantautori genovesi.

Il tempo stringe e ritorno ai Magazzini del Cotone, dove riesco ad appurare, dopo vari incroci solo on-line, che Filippo Ronco non è solo figura etereo-mitologica del web, ma anche uomo in carne ed ossa che si destreggia in sala tra un dibattio e l’altro. 
Il Ring #1 quello su “Vini Naturali vs Vini della ragione”, che vedeva di fronte il duo Maule-Mazzilli contro Pojer-Mattivi abilmente coordinati da Luca Risso, alla fine è stato più che un duello un coinvolgente confronto, e sono d’accordo con Pojer quando dice che lui e Maule viaggiano su due strade diverse per arrivare però alla stessa destinazione.

Dopo un breve break gastronomico dove possono finalemente godere per la prima volta del Colfòndo Bele Casel, seguono gli speech votati dagli utenti, che sinceramente non avevo considerato con particolare interesse. Col senno di poi sono stato lieto di essermi sbagliato. Davvero interessanti e istruttivi quelli che sono riuscito a vedere, tra cui quello di Roberto Mastropasqua che mi ha fornito info utili per gestire al meglio il web.
Unico rammarico quello di essere dovuto scappare troppo presto (il Ring#2 e lo speech di Filippo Ronco restano un grande rimpianto), ma per stavolta mi acconteterò in attesa del prossimo Terroirvino.  😉

Annunci
Explore posts in the same categories: Uncategorized

Tag: , , ,

You can comment below, or link to this permanent URL from your own site.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: