Ma terre 2004 – Domaine Milan

Era un pò di tempo che non stappavo una bottiglia.
Scendere in cantina e scegliere quale sughero liberare è come per un bambino aprire un regalo di Natale, perchè in genere tendo sempre a provare vini “vergini” (per me), inesplorati, per sedare provvisoriamente la mia curiosità rifiorente.

Questo prodotto proveniente dalla Provenza (scioglilingua sconsigliato ai parmensi 😉 ) , vino Triple A, ha accompagnato una teglia di melanzane impanate al forno, non che abbia molta importanza visto che non sono solito sedermi a tavola seguendo il metodo Mercadini. Subito ho un attimo di difficoltà a capire l’annata, scritta in numeri romani (MMIV) sull’etichetta, ma poi l’incisione sul tappo conferma il mio presentimento.

Il Ma Terre 2004 nasce da uve Chardonnay e Muscat a petit grains coltivate con metodo biologico e non filtrate prima dell’imbottigliamento. Attraverso il vetro si notano infatti molto bene sedimenti che nuotano immersi nel liquido.
Il colore e i profumi lo rendono difficilmente distinguibile da un passito delicato , è infatti oro antico nel calice. Inizialmente sono fragranze di albicocca, miele, fiori d’arancio e frutta candita ad imporsi, poi col passare dei minuti vengono soggiogate da profumi più carnosi, quando la nota ossidata (che a me ricorda sempre le verdure cotte) già presente da subito, diventa più aitante assieme a sbuffi di noci ed un leggero velo fumè.
Le note dolci rimangono al naso, in bocca è infatti decisamente secco, e mi stupisce con la sua esplosiva acidità briosa che stuzzica le papille, davvero sorprendente nonostante non sia più un giovincello. Nel palato scorre agile e snello evocando però sensazioni di lentezza e rilassatezza.
Vino glu-glu da mescere senza moderazione.

Piccolo aneddoto: la mia compagna al primo sorso ha esordito “E’ un vino naturale vero?” e poi “Non riesco più a bere gli altri….” (per favore non addentriamoci in banali discussioni di etimologie).
L’ho traviata.
Son soddisfazioni 😉

Prezzo: € 12,50 in enoteca online

Annunci
Explore posts in the same categories: degustazioni

Tag: , , , , , , ,

You can comment below, or link to this permanent URL from your own site.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: