Le Fole 2009 – Cantina Giardino

Quando si parla di Cantina Giardino non si può prescindere dal progetto enoculturale di Antonio Di Gruttola.

Cantina Giardino

Questo progetto, come dice lo stesso Antonio, si basa sulla creazione di grandi vini di terroir lavorando in zone vocate e il suo punto fondamentale è la vinificazione di uve prodotte da vigne vecchie dai 40 ai 100 anni (!!). Questo perchè secondo lui solo vigne così sagge possono dare la massima espressione di territorio, visto che piante di queste età riescono ad arrivare con le loro radici fino alla Roccia Madre e la linfa che nutrirà i grappoli deriverà da ogni strato del suolo.
Per anni, lavorando come enologo, ha visto estirpare vigne che si trovavano nel massimo splendore e vigore solo perché le rese non erano soddisfacenti, e ha visto “correggere” in cantina qualsiasi difetto che forse tale non era.
Dopo queste esperienze, assieme ad un gruppo di amici e alla moglie Daniela, ha fondato nel 2003 Cantina Giardino.
Fino al 2009 Cantina Giardino ha utilizzato solo uve acquistate da proprietari di vecchie vigne lavorate tradizionalmente, senza prodotti chimici, pagandole ben più del prezzo di mercato, favorendo così la sopravvivenza di vigneti e vignaioli.
Anche la vinificazione avviene con metodi minimamente invasivi, con la sola aggiunta di solforosa durante l’imbottigliamento (e non sempre in tutti i vini)

Le fole - Cantina Giardino

Questa bottiglia del loro prodotto base l’ho trovata qui nella provincia modenese, dal solito Avion Blu.
Le Fole 2009 è un aglianico rustico e dinamico, color del sangue, intenso e impenetrabile.
Si apre pian piano, silente, liberando profumi pungenti di sottobosco e humus, contornati da sbuffi di ghiaia e da una tipica mineralità iodata, marina. L’evoluzione porta poi ciliegie mature e lievi note di salamoia. Sotto certi aspetti (olfattivi più che altro) mi ha ricordato un pò il Lamie di Guttarolo, anche se meno intenso e complesso, e di approccio più immediato.
In bocca troviamo netta la sapidità correre a braccetto con una bella acidità tesa, a formare quel connubio che regala disinvoltura ad un bicchiere schietto e bucolico dove un tannino sobrio e appena appena polveroso, suffragato da una media alcolicità, asciuga con delicatezza la lingua.
Finale non lunghissimo, preceduto dall’uscita di una sostanza tattile ben percepibile al palato.

Bevuta piacevole.

Annunci
Explore posts in the same categories: degustazioni

Tag: , , , , , , , ,

You can comment below, or link to this permanent URL from your own site.

One Comment su “Le Fole 2009 – Cantina Giardino”

  1. Hazel Says:

    Hai visto giusto perche’ nei vini di Guttarolo ci mette mano Di Gruttola.La mano e’ quella indubbiamente


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: