Errata corrige: fratelli diversi

Qualche tempo fa ho visitato la cantina di Giorgio Erioli, ai piedi dei Colli Bolognesi.
Quella visita fu per me illuminante, ricordo ancora la spettacolarità di beva che i 2 autoctoni Alionza e Negrettino avevano in sè.
Tanto da rimanere punti fermi nella mia mente.

E fu così che una sera con gli amici ci ritroviamo al “Luppolo e l’uva” e mentre sfoglio la loro carta dei vini (decisamente sopra la media, ci tengo a ribadirlo) mi imbatto proprio nel “Maiolus”, il Negrettino di Giorgio, annata 2008.
E il cerchio delle scelta si restringe a quella bottiglia.

fratelli diversi

La solita salivazione pavloviana mi assale alla mescita, ma l’assaggio mi lascia spiazzato.
Controllo l’etichetta più volte convinto di aver sbagliato vino.
Quello che ho nel bicchiere è un vino strutturato e abbastanza impegnativo, dov’è finita quella bevibilità che avevo trovato nell’assaggio (in verità da vasca e annata 2010) in cantina e che mi aveva conquistato? La sola differenza di annata non può dare due prodotti così diversi.
Intendiamoci la mia non è una critica e quel 2008 non era un vino cattivo, anzi, ma era completamente diverso rispetto al precedente assaggio. Un vino più da lungo corso che da bevuta immediata, allegra e spensierata.
Allora incuriosito mi documento un pò online e riscontro che il “Maiolus” è in effetti vino corposo e vigoroso, quindi con peculiarità quasi opposte rispetto a quelle dell’età neonatale.
Detto ciò anche le situazioni per stapparlo saranno diverse.

Advertisements
Explore posts in the same categories: degustazioni

Tag: , , , , ,

You can comment below, or link to this permanent URL from your own site.

6 commenti su “Errata corrige: fratelli diversi”

  1. gian paolo Says:

    Ciao Andrea ,i vini rossi del grande Giorgio sono spesso di corpo pieno con profumi meravigliosi che invecchiando regalano emozioni inaspettate.
    Lo dico per esperienza perchè bevo avidamente i vini di Giorgio da tanto tempo …quando ancora i Cabernet erano celebrati in tutte le guide e colli bolognesi erano meta di tanti appassionati ..come me .
    Forse è cambiato il nostro gusto ,forse siamo alla ricerca di qualcosa che non c’è…però se un vino è buono è buono anche con quidici gradi alcolici e se ha un estratto secco di 42 g/l.
    Prova a prendere il suo Cabernet e poi mi dirai.Spesso si degusta con aspettative diverse da quelle che realmente offrono i vini .
    Perchè per me il vino è figlio di un territorio e di chi lo interpreta.
    Ciao GP
    P.S.In Cantina avevi bevuto forse i due metodi classici a base di Alionza e Negrettino?
    P.S. 2 Complimenti per il vinix live che ho sentito sia stato bello e intenso..mi dispiace molto ma ero super impegnato nell’organizzare il tiraggio del mio vino-ti avevo anche messaggiato tramite twitter-


    • Ciao Gianpaolo, sono d’accordo con te sulla qualità dei vini di Giorgio, infatti nel mio scritto volevo solo “correggere” il mio precedente post sui suoi vini. Mi ha spiazzato la diversità nel bicchiere, quando mi aspettavo un “beverino” e invece mi sonotrovato un “complesso e strutturato”, comunque buono ma da aprire in situazioni diverse. Sono convinto che i suoi rossi siano da lungo periodo, e che aspettandoli possano davvero regalare belle emozioni. Da lui li ho assaggiati praticamente tutti, e un paio di Alionza spumantizzata (ottima anche questa!) liho portati a casa assieme, tra gli altri, anche ad ho un paio di Samodia, il suo cabernet.
      Si ho letto solo in tarda serata il tuo tweet, peccato davvero perchè è stato un bel pomeriggio. Comunque durante la cena (e lo vedi anche dalle foto al link di Danilo) abbiamo stappato una cassa di BiFri che mi ero portato dietro 😉

  2. gian paolo Says:

    Andrea troppo gentile grazie .Spero che il mio Bifri sia piaciuto.ciao e ti aspetto.GP


    • Si, direi che ha avuto riscontri positivi ;).
      Sono stato lì lì di organizzarmi per ieri pomeriggio per venire, ma sono in prossimità di esami universitari e mi sa che dovrò attendere la fine del mese…

      • gian paolo Says:

        Esami ?che facoltà fai?chiama e vieni quandoi vuoi -349 14 59 612 . GP
        P.S. sicuramente Vittorio o non avrà detto niente oppure avrà espresso parerei …così così..giusto ?


      • Agraria a RE, diciamo più che altro per passione però, vista la mia veneranda età 😉
        Perchè? Io ero nella tavolata opposta a quella di Vittorio e quindi non abbiamo comunicato durante la cena


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: