Dove sta il gusto?

gusto lingua

Giusto per sfatare un mito.
A tutti i corsi di degustazione un assioma che t’insegnano è la zonazione delle sensazioni gustative sulla lingua.
Le sensazioni dolci vengono percepite sulla punta poi scendendo verso la cavità orale, lateralmente, incontriamo dapprima i recettori del salato e poi quelli del gusto acido. Infine nella zona posteriore ecco le sensazioni amare.
In realtà i bottoni gustativi non hanno proprio questa netta compartimentazione. Noi abbiamo recettori delle sensazioni sopra citate sparsi su tutta la superficie linguale e in alcune zone c’è una maggior concentrazione degli uni o degli altri.
Non pervenuti i bottini gustativi dell’umami (??).

Explore posts in the same categories: Uncategorized

Tag: ,

You can comment below, or link to this permanent URL from your own site.

2 commenti su “Dove sta il gusto?”

  1. whyne Says:

    Verissimo e giusta precisazione, che evita confusioni e patemi ai “neofiti”. C’è poi da aggiungere, ad esempio, che la maggior concentrazione dei recettori dolci sulla lingua è un aiuto che la natura fece all’uomo nella sua ricerca delle sostanze nutritive. Ma parliamo di funzioni e necessità che l’evoluzione della specie umana ha cancellato.


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: