La vendemmia che abbatte le barriere sociali

muro-abbattuto

Domenica 15 settembre all’azienda agricola Le Manzane di San Pietro di Feletto la vendemmia rappresenterà un modo per abbattere le barriere sociali. Saranno infatti non vedenti e ipovedenti a raccogliere i grappoli di glera che verranno poi vinificati e spumantizzati per dare Prosecco Docg. Queste bottiglie saranno poi completate con un’etichetta scritta in Braille e dedicata all’ UICI (Unione italiana ciechi e ipovedenti). Una parte del ricavato di queste bottiglie sarà poi devoluto proprio all’ UICI.

«L’idea è nata dopo una cena al buio organizzata da Fisar Treviso insieme ai non vedenti – spiega Ernesto Balbinot, titolare dell’azienda Le Manzane – Noi abbiamo fornito lo spumante per la serata e ci siamo chiesti “se i non vedenti possono servire la cena, sono anche in grado di cogliere l’uva?” Così nasce questa vendemmia che vede ancora una volta insieme i sommelier fisar di Treviso e i non vedenti».

Pertanto applausi per questa iniziativa. Che va oltre il vino e mette, una volta tanto, tutti d accordo!

Explore posts in the same categories: Uncategorized

Tag: , , ,

You can comment below, or link to this permanent URL from your own site.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: