Posted tagged ‘foradori’

Senzatrucco: il film sulle donne del vino

16/12/2011

Ne avevo sentito parlare, sono andato sul loro sito-blog e l’ho ordinato.
Poi finalmente dopo varie settimane di impegni sono riuscito a vedere questo film-documentario enoico.

Tratta di 4 donne viticoltrici, 4 colossi nel loro campo:

  1. Elisabetta Foradori: patron dell’omonima cantina in quel di Mezzolombardo (TN). Sicuramente uno (il?) dei migliori teroldego (e non solo), di cui parlo anche nel post precedente.
  2. Nicoletta Bocca: proprietaria della cantina San Fereolo, a Dogliani. Produce vino con il metodo dell’agricoltura biodinamica.
  3. Dora Forsoni: produttrice di Vino Nobile di Montepulciano nella sua cantina del Podere Sanguineto.
  4. Arianna Occhipinti: in Sicilia produce vini naturali rossi da Nero d’Avola e Frappato, e un bianco da Moscato d’Alessandria (strepitoso anche il suo olio!).

Quattro donne, quattro realt√† differenti ma tutte legate dall’amore per la terra e per i suoi prodotti. Prodotti derivanti da una viticoltura autentica, naturale.
Il film sprigiona passione, sentimento, emozioni (nel vedere Dora Forsoni assaggiare un calice di Nobile 2006 dalla botte, ti vien voglia di aprirti una bottiglia ūüėȬ† ).


Bellissime le immagini¬†del nel film (le stagioni che si susseguono, i lavori in vigna e cantina che avanzano), che¬† risaltano la genuinit√† dei personaggi e¬†lo slancio¬†con cui parlano del loro lavoro, e trasmettono un’incredibile sensazione di tranquillit√† e serenit√†.
Credo che potrebbe far appassionare anche gli astemi…

Annunci

Granato 2006 – Foradori

15/12/2011

Mi sembra di fare la scoperta dell’acqua calda parlando di questo vini, la cui qualit√† √® ormai oggettiva.
Per√≤ visto che qualche tempo fa mi √® capitato di finirne una bottiglia durante una cena a base di piatti trentini, voglio anch’io mettere un granello di sabbia nella spiaggia degli elogi.

Il Granato 2006 mostra un bel vestito colore rosso rubino, ed emana profumi delicati, di rosa e ciliegia. In bocca è estremamente accogliente, dinamico dotato di grande profondità, caldo, vivace e di buon corpo, con un tannino per niente invadente. Avvolgente nel palato, il liquido risulta un esemplare equilibrio di sensazioni, dove nessuna prevale in modo netto, ma si sposano tutte alla perfezione.

Questo √® forse il vino pi√Ļ noto della cantina di Foradori, ma sarei molto curioso di assaggiare anche gli altri prodotti di Elisabetta, come¬†quei teroldego ed¬†quel nosiola che fanno macerazione in tinaja (anfora)….
In realt√†¬†preferirei organizzarmi per visitare l’azienda, credo che meriti davvero.