Posted tagged ‘luca panunzio’

La felicità fa il vino buono

31/01/2012

Ai corsi AIS ti insegnano a fare le degustazioni oggettive, ovvero ad accantonare i tuoi gusti personali (cioè se percepisci particolarmente l’alcol abbassati mentalmente la soglia, e così per ogni sensazione).

Secondo me la cosa che più influenza una bevuta è però il tuo stato d’animo, come ti senti nel momento in cui degusti un calice di qualunque tipo di vino.
Così accade come per magia che grandi vini elogiati in ogni dove, possono apparire normali e niente più, e un vino-bruttoanatroccolo può trasformarsi in 5grappoli in un baleno.

Qualche tempo fa, come ho riportato qui e qui, il presidente di Bibenda scrisse un editoriale dove consigliava, invece di scrivere degustazioni on-line, di “..apparecchiare la tavola aspettando gli amici, per servire un piatto caldo e un bel bicchiere di vino per viverne insieme qualità ed emozioni…”. Condivido pienamente (solo) questa sua idea, ma forse gli sfugge che l’allegria e le belle emozioni del momento potrebbero dare una degustazione falsata, non proprio in linea con guide e Associazione.

Però a me viene da dire sonoramente “Ecchissenefrega”, anzi ben venga un Tavernello trasformato in Sassicaia dalla sola presenza di una persona speciale accanto a te.
A supporto di questa tesi vorrei citare un commento di Luca Panunzio (noto sommelier professionista nonchè patron della Locanda Manthonè di Pescara) estrapolato da altro blog:
“…il Tignanello che non é proprio il concetto di vino-Terroir per me è emozionante, anzi molto emozionante…. Infatti è il 1^ vino che ho bevuto con la mia donna del cuore, mia moglie. Sono passati 17 anni e le rare volte che lo beviamo insieme mi da un emozione unica.”

Pienamente d’accordo con te caro Luca.

Annunci